Novità: non perderti le nostre Rubriche. Se sei un professionista e vuoi scrivere per una rubrica, contattaci subito.
Header Banner
Header Banner
Header Banner

Teatro Bertolt Brecht alla Settimana della Cultura di Gaeta

Teatro Bertolt Brecht alla Settimana della Cultura di Gaeta

Formia 29 marzo 2013 – La promozione culturale è uno dei cardini fondamentali della storia e delle attività del Teatro Bertolt Brecht di Formia che si avvia a festeggiare 40 anni di lavoro sul territorio.

Una promozione culturale che non ha mai dimenticato le proprie radici ed il proprio comprensorio, un non luogo che è ormai punto di riferimento, un progetto, un'idea. Su questo solco si inseriscono i numerosi appuntamenti previsti all'interno della settimana della cultura "Vivi l'arte" promossa dal Comune di Gaeta dall'1 al 7 Aprile.

In collaborazione con l'amministrazione comunale due gli spettacoli del Teatro dell'Acquario di Cosenza in programma alle 20:30 presso la Caserma Cosenz adiacente il Santuario della SS. Annunziata: il 2 Aprile "Malaluna" con la regia di Antonello Antonante ed in scena Gianfranco Quero per un viaggio nella vita e nel teatro di Luigi Pirandello, raccontato, "cuntato" con leggerezza e sottile ironia da un attore, che a volte è uno, alcun'altre nessuno e cert'altre centomila. Da solo sulla scena, ma con la incisiva presenza di oggetti e di "fantasmi" che si cercano, si intrecciano e si rincorrono in un turbinio di immagini e parole che mette lo spettatore nella condizione di positivo sbandamento e comunque anch'esso al centro della giostra. Il 4 Aprile, invece, "Lo Stipo" di Corrado Alvaro con Maurizio Stammati e Maria Marino.  La storia di una famiglia calabrese che in una piccola scossa di terremoto perde non solo la casa ma anche lo "stipo", orgoglio e vanto per tutta la famiglia. Illusi di trovare generosità e accoglienza dalla città e disponibilità dai bigliettai delle diverse stazioni ferroviarie in cui fanno tappa giungeranno a nuova destinazione  a piedi.

Nel viaggio nel magico mondo della cultura non mancheranno le letture d'attore e d'autore: il 3 Aprile alle 20:30 presso il campanile della cattedrale e il 4 Aprile alle 18:00 presso Palazzo De Vio Paolo Cresta legge "Novecento" di Baricco e "I 60 Racconti" di Dino Buzzati, il 5 Aprile alle 18:00 a Via Rosmini Maria Marino legge Stefano Benni mentre il 6 Aprile alle 20:00 sul sacrato della SS. Annunziata Lello Serao interpreta l'Odissea.

"La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione" (Art.9 Costituzione Italiana). Partecipare è il primo e concreto strumento per far valere questo diritto – dovere

Article Banner Bottom

Related posts