Novità: non perderti le nostre Rubriche. Se sei un professionista e vuoi scrivere per una rubrica, contattaci subito.
Header Banner
Header Banner
Header Banner

Gaeta – Un granchietto americano sulle spiagge di ponente

Gaeta – Un granchietto americano sulle spiagge di ponente

Gaeta 8 giugno 2016 – Continua, nel nostro mare, la presenza di Percnon gibbesi, il granchio comunemente noto come “granchio americano, poiché è giunto dalla Florida. Anni fa aveva fatto solo una timida comparsa, adesso ha invaso alcune calette delle spiagge di ponente del mare di Gaeta, forte di numerosi “eserciti”.

adriano_madonna
Dott. Adriano Madonna, Biologo Marino, ECLab Laboratorio di Endocrinologia Comparata, Dipartimento di Biologia, Università degli Studi di Napoli “Federico II”

Avevo fatto conoscenza con Percnon gibbesi, un granchietto vispo e colorato di origini atlantiche, una decina di anni fa, quando il professor Rocco Colaruotolo lo aveva scovato tra gli scogli della spiaggia di Fontania, a Gaeta.

Ma, poi, il granchietto era scomparso, probabilmente poiché non aveva trovato le condizioni ideali per vivere in un ambiente diverso da quello di origine: Percnon gibbesi, infatti, è giunto nel nostro mare dall’Oceano Atlantico, precisamente dalla coste della Florida e del Brasile. Sembra che si “acclimatato”, in una prima fase della sua diffusione in altre acque, prima nelle isole di Madeira e di Malta. Poi, grazie ai fenomeni della tropicalizzazione e della meridionalizzazione del Mediterraneo, ha cominciato a salire lungo la costa tirrenica, sino a giungere verso il centro Italia e ancora più su.

Lo scorso anno, girovagando con maschera, pinne e macchina fotografica lungo la scogliera di una caletta di Gaeta in prossimità della spiaggia dei Quaranta Remi, vidi spuntare un paio di granchietti da una spacca tra due scogli. Il loro aspetto era inequivocabile, quindi mi resi conto subito di trovarmi davanti a Percnon gibbesi, ma, di lì a poco, eccone un altro e poi ancora un altro a un altro ancora.

granchietto_americano
Il Percnon gibbesi

Sono rimasto nelle acque della scogliera per un’ora circa e posso parlare davvero di una massiccia invasione del granchietto americano, ma un particolare interessante è il seguente: ho visto diversi esemplari di questo crostaceo con dimensioni ben superiori a quelle descritte in letteratura: Percnon gibbesi, infatti, dovrebbe essere un granchietto, ma laggiù, nelle acque di quella scogliera, ne ho visto diversi grandi come padellini.

Altri ne ho trovato a Ponza e nelle acque dello Scoglio della Botte, quindi in mare aperto, tra Ponza e Ventotene. È possibile parlare di una eventuale mutazione genetica che ne comporti un anomalo accrescimento, oppure di condizioni ideali che ne favoriscono lo sviluppo ai massimi livelli raggiungibili da un crostaceo di tale specie? Mi occuperò di vederci chiaro nel Laboratorio di Endocrinologia Comparata EClab, della “Federico II” di Napoli, dove ricopro l’incarico di responsabile del Processo ISM – Identificazione Specie Marine con indagini morfologica e molecolare. Ritorneremo in seguito, dunque, ad occuparci di Percnon gibbesi, il granchietto americano.

Article Banner Bottom

Related posts