Tecnologia

Batteria iPhone 12, cosa c’è da sapere

iphone 12

Presentati un mese fa, i nuovi iPhone sono arrivati tutti sul mercato: le versioni “Pro” e “standard” sono state rese disponibili immediatamente dopo il keynote di inizio ottobre, mentre soltanto da pochi giorni gli attesissimi (per motivi diversi) iPhone 12 Pro Max e iPhone 12 Mini possono essere acquistati. La lineup completa è quindi sul mercato e, come da consuetudine, sono diversi i portali specializzati che vanno a testare le varie componenti hardware del nuovo “melafonino”. In attesa di conoscere, ad esempio, i risultati delle prove su display (che ricordiamo essere OLED su tutta la gamma, addio agli LCD) e comparto fotografico, oggi vi parliamo dei test sulla batteria condotti dalla redazione di ‘PhoneArena’. Diciamolo subito, i risultati non sono entusiasmanti.

iPhone 12 e iPhone 12 Pro, la batteria delude

A finire nel mirino è la batteria di iPhone 12 e 12 Pro, i primi due modelli messi in vendita (vedremo poi quali saranno i riscontri anche per gli altri due). Prima di addentrarci nei dati forniti dal sito in questione, vale la pena ricordare che le batterie a bordo dei due modelli hanno una capacità sostanzialmente identica (2.851 e 2.815 mAh), considerato che i display (entrambi da 6.1″) e le dimensioni generali sono molto simili.

Ebbene, il dato che più lascia perplessi è l’autonomia che è stata calcolata durante sessioni di gioco in 3D o di altri giochi classici presenti su piattaforme come bingo leader. Insomma, un panorama vasto ma che ha messo a nudo diversi problemi di resistenza dei due nuovi “melafonini” anche quando erano in esecuzione titoli non particolarmente esigenti dal punto di vista grafico.

Stando a quanto dichiarato da ‘PhoneArena’, iPhone 12 e 12 Pro resistono 3 ore e un minuto con sessioni di gioco definite “intense”. Si tratta di un passo indietro importante non solo col recente iPhone SE 2, che pure appartiene ad una fascia di mercato più bassa, capace di arrivare a 5 ore di autonomia con sessioni di gaming dello stesso tipo, ma anche con la precedente generazione. Lo stesso sito aveva infatti svolto un test identico sugli iPhone 11 e i corrispettivi delle versioni “Pro” e “standard” avevano ottenuto risultati nettamente migliori: 6 ore e 38 minuti per il primo, 7 ore e 37 minuti per il secondo.

E’ evidente che si tratta di una forbice davvero enorme, probabilmente anche difficile da spiegare. Certo, va ricordato che c’è il 5G (il supporto alle reti di nuova generazione è garantito da tutti e 4 gli iPhone 12) e che soprattutto i giochi cross-platform sono sempre più “pesanti” dal punto di vista grafico, ma dal processore A14 di Apple, con processo produttivo a 5 nm, ci si aspettava francamente di più sul fronte risparmio energetico. Soprattutto se si pensa che a Cupertino è stato fatto un ottimo lavoro aggiungendo un’interessante funzionalità che permette di passare in automatico da LTE a 5G, o viceversa, a seconda della modalità d’uso dell’utente in un determinato momento.

L’autonomia in altri frangenti

Mentre c’è attesa per conoscere i riscontri cronometrici di iPhone 12 Mini e Pro Max (c’è curiosità soprattutto in quest’ultimo caso visto che sarà interessante capire se la batteria da 3.687 mAh sarà sufficiente a gestire al meglio le esigenze del display con diagonale da 6.7 pollici), è comunque importante sottolineare che questo importante calo di autonomia sembra essere circoscritto unicamente alla modalità gaming.

Sì, perché i test hanno riguardato anche altre azioni quotidiane che si svolgono su smartphone. E’ stato così calcolato che per quanto riguarda la navigazione web c’è stato addirittura un incremento delle prestazioni rispetto alla generazione precedente (si superano le 12,30 ore), mentre con riproduzione dei video su YouTube i risultati sono sostanzialmente identiche (6.38 ore per i nuovi iPhone 12 e 12 Pro, 6,27 ore per l’11 Pro e 7,13 ore per iPhone 11).