Novità: non perderti le nostre Rubriche. Se sei un professionista e vuoi scrivere per una rubrica, contattaci subito.
Header Banner
Header Banner
Header Banner

LA SEMAT PASSA A TERAMO E CONQUISTA I PLAYOFF

LA SEMAT PASSA A TERAMO E CONQUISTA I PLAYOFF

Fondi 2 Aprile 2013 – Una Semat tonica e determinata sbanca Teramo nell’ultima giornata della regular season e raggiunge l’ambito  traguardo dei playoff. Lo scontro diretto, che ha deciso il terzo posto nel girone C del campionato di serie A – 1a Divisione Nazionale, è andato in scena alla vigilia di Pasqua e ha riservato non poche emozioni al numeroso e caloroso pubblico presente al Pala Acquaviva. E alla fine la sorpresa pasquale è stata appannaggio dei fondani, capaci di un approccio migliore al match e dimostratisi superiori per tutti i 60’ di gioco ai temuti e forti avversari. Il primo tempo della contesa è stato molto equilibrato, anche se i rossoblù mostravano di avere qualcosa in più degli abruzzesi e conducevano costantemente nel punteggio, seppure di misura.

La 5/1 difensiva ordinata da De Santis, con Pestillo che sostituiva lo squalificato Vincenzo Di Manno nel ruolo di centro-avanti, causava diverse difficoltà ai padroni di casa per oltre 20’; sull’altro versante gli ospiti attaccavano senza grossi problemi contro la 3/2/1 predisposta dal tecnico Fonti. I teramani riuscivano però a trovare negli ultimi 10’ della prima frazione le giuste contromisure in fase offensiva e attaccavano con maggiore efficacia; in difesa passavano a una 5+1 con Djordjievic marcato a uomo e rispondevano alle buone offensive dei fondani. Così, dal vantaggio esterno di 8-9 del 20°, i padroni di casa operavano il sorpasso negli ultimi minuti del tempo, grazie anche a una doppia esclusione temporanea comminata ai danni dei fondani. La prima frazione si chiudeva sul 16-15 per gli abruzzesi. Il vero capolavoro dei fondani giungeva nella ripresa: gli ospiti rientravano in campo con gran piglio, soprattutto in fase difensiva, e mettevano alla corda gli avversari.

Una 6/0 molto mobile e praticamente impenetrabile, che dava origine a precise e veloci azioni in seconda fase, era alla base di un parziale di 11-2 che di fatto indirizzava l’esito dell’incontro. I padroni di casa, storditi dal veemente inizio di ripresa dei fondani, cercavano di reagire ma anche quando riuscivano a superare l’ottima difesa rossoblù trovavano sulla loro strada un Gionta in giornata. A metà tempo, sul punteggio di 27-20 per gli ospiti, l’espulsione definitiva di Stefano Di Manno (alla terza esclusione temporanea) sembrava ridare impulso ai teramani che tentavano di sfruttare l’assenza del pivot fondano passando a difese più alte ed aggressive (prima 4/2 e quindi 3/3). I rossoblù non si perdevano d’animo e, tornati in difesa alla 5/1, respingevano il tentativo di rimonta degli avversari arrivando addirittura sul +8. Negli ultimi minuti mister De Santis rinunciava all’acciaccato Gianluca Di Manno, stoica la sua prestazione, e metteva in campo gli atleti più giovani a sua disposizione; l’ultimo forcing dei locali produceva soltanto un passivo meno pesante e alla fine erano gli ospiti a festeggiare l’accesso ai playoff davanti ai loro sostenitori giunti da Fondi.

Una prestazione collettiva da non dimenticare permette dunque alla Semat di raggiungere la post-season nell’anno del ritorno nella massima serie: la distribuzione delle marcature, l’aiuto reciproco in fase difensiva e la capacità di trovare sempre la soluzione migliore dimostrano la compattezza della squadra rossoblù, capace di raggiungere nella maniera più difficile l’obiettivo sognato ad inizio stagione. Soddisfatto, naturalmente, il tecnico De Santis: “E’ stata una bella giornata di sport, dove due squadre hanno giocato una buona pallamano davanti a una cornice di pubblico, sia locale che ospite, invidiabile. E’ stata una partita dura per noi ma questi ragazzi hanno un cuore grande; abbiamo preparato la partita su ogni dettaglio, ogni particolare che potesse fare la differenza. Eravamo preparati, non solo tatticamente ma anche il livello atletico e mentale era ottimale.

Il Teramo è una squadra esperta con giocatori che avevano già giocato partite di questa importanza, mentre per noi è stata la prima volta e qui siamo stati molto bravi. Complimenti a tutto il gruppo, questa vittoria è tutta per loro”. Una particolare nota di merito va alla correttezza e alla sportività del numeroso pubblico teramano, che per tutta la gara ha sostenuto a gran voce i propri giocatori.

TeknoElettronica Teramo – HC Semat Fondi 31-35 (p.t. 16-15)

TeknoElettronica Teramo: Di Marcello M, Leodori 1, Barbuti 1, Milosevic 10, Santucci 2, Murri 6, Lodato 1, Vaccaro 5, Cordoni, Di Giandomenico, Angeletti, Viscovich 3, Marano 2, Di Marcello P. All: Marcello Fonti

Semat Fondi: Di Manno S. 6, Di Manno G. 5, Riccardi, Pestillo 2, Gionta, D’Ettorre 7, Di Cicco D, Pinto G, Molineri 8, Di Palma, Djordjievic 5, Pinto V, Di Cicco G. 2, Lauretti. All: Giacinto De Santis

Arbitri: Boscia – Pietraforte

Article Banner Bottom

Related posts