Novità: non perderti le nostre Rubriche. Se sei un professionista e vuoi scrivere per una rubrica, contattaci subito.
Header Banner
Header Banner
Header Banner

Dal noleggio un supporto alla crisi edilizia nel Lazio

Dal noleggio un supporto alla crisi edilizia nel Lazio

Dott. Angelo Vargiu – Sociologo della Comunicazione, Web writer

Mail: avargiu1988gmail.com

Twitter: @angelovargiu

Sito web: www.angelovargiu.it

Clicca qui per leggere la Biografia

Classe 1988, Sociologo della Comunicazione e Media Consultant. Webwriter dal 2009, attualmente intrattengo collaborazioni con realtà online locali e nazionali, oltre ad essere proprietario di un network di blog verticali.

Burocrazia e credito sono i due principali ostacoli percepiti dagli imprenditori laziali al proprio business, nonché i primi “responsabili” della grande crisi che ha colpito l’edilizia nella regione; il noleggio di mezzi e attrezzature professionali può essere allora una soluzione in grado di superare almeno parte dei problemi, grazie ai grandi vantaggi di questa formula, che oggi si sposta anche sul Web.

La crisi dell’edilizia nel Lazio

A presentare il bilancio (decisamente negativo) del comparto dell’edilizia laziale negli ultimi anni è il rapporto preparato da Federlazio Edilizia, che ha redatto il primo osservatorio specifico sul settore: nei cinque anni tra il 2012 e il 2016, nel territorio si è verificata la chiusura di circa 1200 imprese e la perdita di 30 mila occupati, in prevalenza contratti a tempo indeterminato.

Aziende chiuse e contratti in fumo

Un dato a forti tinte negative, che pesa molto anche sulla crisi che l’edilizia ha vissuto (e in parte sta vivendo) anche a livello nazionale: nello stesso periodo preso in esame, in Italia hanno chiuso i battenti 62 mila imprese e sono andati in fumo 300 mila posti di lavoro, e quindi in termini percentuali il Lazio rappresenta, rispettivamente, una quota del 2 per cento e addirittura una del 10 per cento sul versante occupazionale.

Il peso della burocrazia

L’Osservatorio sullo stato di salute dell’edilizia nel Lazio ha fatto anche il punto sulle possibili cause di questa grave crisi, chiedendo ai diretti interessati di esprimere il proprio parere: e così, gli imprenditori hanno additato come prima fonte di problemi il rallentamento e le complicazioni nelle procedure di aggiudicazione dei bandi pubblici (valutata con 4 punti su un massimo di cinque), mentre al secondo posto troviamo gli aumenti dei vincoli burocratici e come terzo “responsabile” il rapporto con la Pubblica amministrazione locale, ritenuto anche “molto negativo”.

I cordoni della borsa del credito

Non meno complesso è stato il fattore del credito: soltanto nel 2016, circa la metà del campione intervistato ha “confessato” di aver richiesto una qualche forma di finanziamento bancario, che però ha avuto un esito positivo soltanto in quattro casi su dieci. In particolare, oltre i due terzi delle richieste di prestito sono state respinte perché l’istituto di credito non ha reputato finanziabile l’iniziativa.

Dal noleggio una possibile soluzione?

Sintetizzando, allora, possiamo dire che i legacci della burocrazia – in tutte le sue forme – e la disponibilità economica sono ancora oggi i “nemici” principali del fare impresa nel settore edile, anche nel Lazio: proprio per questo, però, per gli imprenditori potrebbe rivelarsi interessante la possibilità di scoprire le potenzialità del noleggio di mezzi e attrezzature da cantiere, una modalità che oggi si sta diffondendo anche sul Web.

Noleggio macchine online, un supporto per le imprese edili

Il sistema di noleggio, infatti, consente di scegliere la macchina ideale per la propria attività “solo per il tempo necessario” e secondo le proprie esigenze specifiche del momento: nessuna spesa ed esborso eccessivi, né costi fissi legati alla manutenzione, ma solo un investimento limitato ed efficiente. Inoltre, anche gli operatori virtuali come Giffi Noleggi rispondono in maniera precisa e puntuale alle richieste di tipo normativo e burocratico, e pertanto chi ad esempio sceglie il noleggio piattaforme aeree ad Anzio o in altre località della regione si assicura una macchina performante, all’avanguardia e “in regola”, adatta a rispettare anche le regole sulla garanzia della sicurezza in cantiere.

 

Article Banner Bottom

Related posts