Novità: non perderti le nostre Rubriche. Se sei un professionista e vuoi scrivere per una rubrica, contattaci subito.
Header Banner
Header Banner
Header Banner

Formia – Uffici finanziari nel Circondario: l’intervento dell’ODCEC di Cassino

Formia –  Uffici finanziari nel Circondario: l’intervento dell’ODCEC di Cassino

Formia 24 settembre 2017 – Il Presidente del Consiglio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili del Circondario del Tribunale di Cassino in rappresentanza del Consiglio e degli iscritti all’Ordine, in attuazione ad una equilibrata politica ordinistica territoriale interviene a tutela oltre che dell’Ordine professionale, con i suoi oltre 620 iscritti, anche dei cittadini e delle imprese appartenenti ai territori ricadenti nel Cassinate, nel Sud Pontino e nel Sorano.

In particolare, la notizia che l’Ufficio Territoriale di Formia possa traslocare dagli attuali locali situati in Via Olivastro Spaventola, in una struttura situata nel comune di Fondi desta preoccupazione in tutto il Sud Pontino, oltre che nello stesso Circondario del Tribunale di Cassino. La scelta dell’Ufficio decentrato nella originaria organizzazione delle Imposte Dirette ed Ufficio del Registro, attualmente in Agenzia delle Entrate, nel comune di Formia, fu all’epoca una scelta strategica del Ministero delle Finanze.

La città di Formia, per la sua collocazione geografica e storica, ha sempre rappresentato, e costituisce tutt’ora, uno snodo centrale e nevralgico per i territori di competenza territoriale dell’Agenzia: Campodimele, Castelforte, Fondi, Formia, Gaeta, Itri, Lenola, Minturno, Monte San Biagio, Ponza, Santi Cosma e Damiano, Sperlonga, Spigno Saturnia, Ventotene. Per detti comuni comprese le isole Formia è agevole da raggiungere con qualsiasi mezzo (auto – treno – nave – autobus).

L’Ordine professionale segnala profonda preoccupazione per questo riassetto territoriale dell’Agenzia delle Entrate di cui non comprende né la ragione, né l’utilità, in altri termini, è la stessa Agenzia che deve rendere i servizi ai contribuenti che operano nel tessuto produttivo del Circondario, non si può chiedere a cittadini ed imprese di adattarsi alle immotivate esigenze organizzative dell’Agenzia.

In tale prospettiva, l’Ordine per il suo profilo istituzionale di tutela di interessi di natura pubblicistica si mobilita e sollecita un auspicabile tavolo tecnico in cui siano presenti tutti gli attori istituzionali, ognuno per le rispettive competenze, affinché venga individuata una soluzione che non delocalizzi l’Ufficio finanziario da Formia e dal suo storico territorio di appartenenza

Article Banner Bottom

Related posts