Attualità

Come scegliere un gioiello realizzato in oro

gioiello oro

Nel momento in cui si pensa di comprare un gioiello realizzato in oro, è chiaro che c’è sempre qualche dubbio, semplicemente perché ci sono così tanti modelli in commercio che diventa difficile scegliere quello giusto per le proprie esigenze. Soprattutto quando si tratta di un regalo, può diventare veramente complicate prendere la decisione corretta.

Capita spesso e volentieri di ritenere i gioielli in oro troppo poco accessibili, invece soprattutto sul web c’è la possibilità di cogliere al volo un gran numero di occasioni veramente molto vantaggiose. Basti pensare alle offerte che si possono trovare sul compro oro Roma più famoso, ovvero MVS gioielli, che riesce a garantire un’ampia gamma di scelta

Il vantaggio di puntare su una piattaforma come quella di MVS gioielli, che si occupa della compravendita di preziosi praticamente su tutta la penisola italiana, è quello di scegliere tra una vasta gamma di gioielli in oro, con tanta serietà e professionalità, con quotazioni dell’oro aggiornate sempre in tempo reale.

Le caratteristiche che un gioiello in oro deve possedere

Non serve avere una grande esperienza in questo settore per poter fare una scelta corretta. Detto questo, bisogna avere la capacità di comprendere se il prezioso che si sta per comprare è davvero di valore o meno. Il primo passo è necessariamente quello di capire quali siano le principali varietà di oro che si possono trovare sul mercato.

Nello specifico, l’oro viene ribattezzato come bianco nel momento in cui è formato al 75% da parte di oro pure e per la restante percentuale da nichel, argento oppure palladio. Si chiama oro verde quello che è formato al 75% di oro pure, e per la percentuale restante, in parti uguali, da rame e argento. Per l’oro rosso, invece, si parla di una composizione al 75% di oro puro, mentre per il 20,5% è di rame e per il 4,5% è d’argento.

Ci sono anche altre varietà di oro, come ad esempio quello giallo, ovvero formato dal 75% da oro puro, dal 12% di argento e dal 13% di rame. Non dobbiamo dimenticare, infine, anche l’oro rosa, che è formato dal 75% di oro puro, mentre per il 19% è composto da rame e per il restante 6% d’argento.

Come capire se un gioiello è veramente d’oro

Ci si chiede spesso e volentieri, come fare a capire se il gioiello che si ha intenzione di comprare è davvero d’oro o meno. Ci sono vari test che possono tornare utili da questo punto di vista. La prima prova ha carattere tipicamente positiva, dal momento che nella maggior parte dei casi sull’oro si trova una punzonatura in cui viene riportata la purezza espressa in carati.

Un prezioso si può considerare d’oro nel momento in cui viene formato da quantomeno 10 carati. La punzonatura, però, non si può notare a occhio nudo, ma serve anche una semplice lente di ingrandimento, visto che il codice viene creato in caratteri estremamente piccoli. Un’altra prova che si può fare è quella di verificare la differenza di colore presente sulla superficie di quelle zone del prezioso che sono maggiormente esposte all’attrito.